Home » Meteo ultima settimana di settembre, arriva il freddo dalla Groenlandia e vanno via i temporali
Meteo

Meteo ultima settimana di settembre, arriva il freddo dalla Groenlandia e vanno via i temporali

Meteo ultima settimana di settembre, arriva il freddo dalla Groenlandia e vanno via i temporali. Le previsioni meteo per l’ultima settimana di settembre annunciano l’arrivo del freddo dalla Groenlandia ma anche il progressivo allontanamento della perturbazione che ha imperversato sull’Italia nelle giornate di sabato e domenica. Avremo quindi una breve pausa inter ciclonica. In questa dinamica atmosferica avrà una parte importante l’evoluzione del super uragano Fiona.

La prima irruzione di aria fredda della stagione colpirà mezza Europa e l’Italia dovrà subirne le conseguenze, diverse da Nord a Sud. Le Regioni settentrionali avranno a che fare soprattutto con un calo termico che porterà neve sulle Alpi a quote insolite per il periodo. Mentre al Centro ed al Sud sono attese nuove condizioni di tempo fortemente perturbato con piogge, temporali, nubifragi e venti forti su diverse regioni, probabilmente più quelle tirreniche. Do seguito le previsioni a cura di 3bmeteo.com.

Meteo ultima settimana di settembre: le previsioni

“La settimana inizierà con un lunedì fortemente instabile o perturbato al Sud, attesi rovesci, temporali e nubifragi anche intensi con locali criticità su Campania, Molise, Puglia centro settentrionale ma piogge importanti non mancheranno anche sul resto del meridione. Una maggiore variabilità potrà interessare il Centro e il Nord ma con la tendenza ad un peggioramento serale per l’arrivo di una nuova perturbazione legata a quell’impulso di aria fredda groenlandese di cui abbiamo parlato prima.

Questo nuovo fronte transiterà sulla Penisola nella giornata di martedì portando i suoi maggiori effetti sulle regioni centro meridionali tirreniche a causa di un minimo che andrà a formarsi sul Mar Ligure. Questa volta l’evoluzione dovrebbe essere più rapida e i rovesci e i temporali non dovrebbero risultare intensi. In compenso avremo una forte ventilazione meridionale e un calo termico, più sensibile sulle regioni settentrionali, calo termico che potrebbe portare la neve sulle Alpi anche sotto ai 1400m.

Subito dopo la perturbazione di martedì si aprono maggiori incertezze ma c’è la possibilità concreta che la depressione formatasi sull’Europa centrale in seguito all’irruzione fredda groenlandese possa portare un nuovo intenso peggioramento sulla Penisola. I modelli lo inquadrano tra giovedì e venerdì ma serviranno conferme. Se così fosse avremmo una pausa stabile e più soleggiata intorno a mercoledì”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Squalo horror catturato da un pescatore: nessuno sa cos’è e c’è un’inquietante teoria

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com