Home » Scatta la fase 2, da lunedì a lavoro oltre 4 milioni di italiani: più over 50. Info e numeri per Regione
Italia News

Scatta la fase 2, da lunedì a lavoro oltre 4 milioni di italiani: più over 50. Info e numeri per Regione

Da lunedì scatta la fase 2 e torneranno a lavoro oltre 4 milioni di italiani: di seguito vediamo tutte le info e i numeri Regione per Regione

Scatta la fase 2, da lunedì a lavoro oltre 4 milioni di italiani: più over 50. Info e numeri Regione per Regione. Poco più di 36 ore e l’Italia entra ufficialmente nella fase 2 della pandemia di coronavirus. Lunedì 4 maggio, 4,4 milioni di lavoratori torneranno a lavoro, mentre “2,7 milioni” resteranno ancora a casa. La ripresa, però, non è esente da “paradossi”: in attività torneranno, infatti, soprattutto gli ‘over50’, rispetto ai giovani, in prevalenza nel Nord Italia, area più esposta al contagio da Covid-19. Lo rilevano i consulenti del lavoro.

Fase 2: i dettagli

Nel dettaglio, su 100 addetti ‘fermi’ nella nostra Penisola per effetto dei provvedimenti governativi di sospensione delle attività a causa del Coronavirus, “il 62,2%” andrà nuovamente a svolgere la propria occupazione, da dopodomani. E, di questi, “3,3 milioni sono uomini (il 74,8% del totale), e 1,1 milioni donne (25,2%)”. La ‘fase 2’, scrivono i consulenti del lavoro, “interesserà principalmente i dipendenti dell’industria, dove l’attività potrà tornare a pieno regime (col 100% dei settori riaperti)”, e su 100 addetti che riprenderanno le redini del proprio impiego il 60,7% opera “nel settore manifatturiero, il 15,1% nelle costruzioni, il 12,7% nel commercio e l’11,4% in altre attività di servizio”.

La ‘fase 2’ presenta “un quadro non coerente rispetto alla diffusione della pandemia”, a giudizio dei consulenti del lavoro: dal 4 maggio, infatti, la ripresa delle attività produttive “si concentrerà proprio nelle aree più interessate dal Coronavirus”, perché a fronte di 2,8 milioni di occupati nel Settentrione, “saranno 812.000 al Centro e 822.000 nel Mezzogiorno” a ricominciare a svolgere le proprie mansioni. Tra le regioni interessate, si legge nello studio dei professionisti, “Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto e Marche, dove il tasso di rientro oscilla intorno al 69%;”. Differenti le percentuali nelle altre zone del Paese, ossia “in Valle d’Aosta (49,3%), Lazio (46,7%), Sicilia (43,4%), Calabria (42,5%) e Sardegna (39,2%)”: qui, recita il dossier, la ‘fase 2’ coinvolgerà meno di un lavoratore su due tra quelli ‘sospesi’ per effetto dei decreti del governo. Lo riporta l’Ansa.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Ultima ora:
Lutto nel Cinema: morto Sam Lloyd. Addio all’avvocato Buckland di ‘Scrubs’

Coronavirus, arriva il test che ‘anticipa’ il contagio: la novità dagli scienziati del Pentagono

Iannone: “Squalifica? Non mollo. Con Belen e Giulia è finita per un motivo preciso…”

Corea del Nord, Kim Jong-Un smentisce fake news sulla sua morte

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com