Home » Enrico Ruggeri: “Regole? Ci stanno abituando a obbedire a cose che non capiamo. Non sono negazionista, ma…”
Spettacolo

Enrico Ruggeri: “Regole? Ci stanno abituando a obbedire a cose che non capiamo. Non sono negazionista, ma…”

Enrico Ruggeri sulle regole anti-Covid: l’intervista a ‘Il Corriere della Sera’

Enrico Ruggeri: “Regole? Ci stanno abituando a obbedire a cose che non capiamo. Non sono negazionista, ma…”. Il cantautore esprime la sua posizione in merito in una intervista a ‘Il Corriere della Sera’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

[…] se vede 30 persone assembrate senza mascherina cosa fa? Tace, interviene, chiama le forze dell’ordine?
«Non so rispondere. Posso dire però che se lo faccio, lo farei sempre e per tutto. Se vedo uno che ruba una macchina, uno che picchia la fidanzata, se alla Stazione Centrale vedo tre tizi che si scambiano una bustina».

Lei in questo anno è sempre stato critico sulle regole. Che però sono necessarie
«Bisogna vedere che regole sono. Non capisco perché in mezzo alla strada devo mettere la mascherina. Se entro in un negozio la metto, ma se sono all’aperto no. In un vicolo stretto con 50 persone la metto, sì».

Altre regole che fatica a comprendere?
«Ristoranti aperti a pranzo e a cena no. Ci stanno abituando a obbedire a regole che non capiamo, e non è un bel segno se guardiamo indietro nella storia».

[…] L’hanno chiamata negazionista. Rifiuta questa etichetta?
«È una parola sgradevole. Come faccio a negare la realtà? La pandemia è oggettiva. Penso che ci poteva essere un altro modo di gestirla. La narrazione è stata sbagliata. Hanno scritto di alcune persone famose morte per Covid e io so per certo che non era vero. Un uomo di 32 anni, in coma irreversibile da tre anni per una pallottola in testa, hanno detto che è morto di covid (che forse ha preso in ospedale). Questa è una distorsione».

[…] In questo anno, tra le immagini dei mezzi militari a Bergamo che trasportano le bare o gli ospedali al collasso, non ha mai avuto un momento di scoramento o di paura?
«Paura mai. Ho superato la paura della morte. Certo le immagini mi hanno fatto riflettere molto».

Seguici anche su Facebook

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com