Home » Usa, misteriosi attacchi di “energia sonora” vicino alla Casa Bianca: allerta al Pentagono
News World

Usa, misteriosi attacchi di “energia sonora” vicino alla Casa Bianca: allerta al Pentagono

Usa, misteriosi attacchi di “energia sonora” registrati vicino alla Casa Bianca e in Virginia: allerta al Pentagono

Usa, misteriosi attacchi di “energia sonora” vicino alla Casa Bianca: allerta al Pentagono. Le agenzie governative statunitensi hanno avviato un’indagine dopo le segnalazioni di misteriosi “attacchi energetici” vicino alla Casa Bianca e in Virginia. Il Pentagono è stato messo in allarme dopo un funzionario del Consiglio di sicurezza nazionale si è ammalato a seguito di un misterioso attacco, stessa sorte per un funzionario in Virginia.

Ma cosa sarebbero questi “attacchi energetici”? A quanto pare veri e propri colpi invisibili che colpiscono obiettivi precisi direzionando energia, si presume l’utilizzo di metodi al laser. Gli studi hanno suggerito, infatti, che la colpa sia delle radiazioni a microonde.

Da quanto riporta il Daily Mail, il Pentagono sta indagando su due incidenti. Il primo vicino all’Ellipse, un parco di 52 acri a sud della recinzione della Casa Bianca a Washington, a novembre. Secondo la CNN, sii ritiene che un funzionario del Consiglio di sicurezza nazionale abbia sviluppato una misteriosa malattia dopo l’attacco.

Il secondo caso è precedente ed ha avuto luogo nel 2019. E’ stato segnalato da un funzionario della Casa Bianca che stava portando a spasso il suo cane in un sobborgo della Virginia vicino a Washington.

Usa, misteriosi attacchi di “energia sonora” vicino alla Casa Bianca

Tra le ipotesi al vaglio, si ritiene che gli attacchi energetici possano comportare un raggio di energia a microonde verso le persone e abbiano in passato causato malattie a funzionari statunitensi a Cuba, Cina e Russia. La cosiddetta “sindrome dell’Avana “, una malattia misteriosa che ha colpito i diplomatici statunitensi a Cuba nel 2016. All’epoca, il personale dell’ambasciata americana all’Avana lamentava sintomi come vertigini, perdita dell’udito e “annebbiamento cognitivo”.

All’epoca gli Stati Uniti accusarono Cuba di aver compiuto questi attacchi, scatenando un vero e proprio scontro diplomatico tra i due paesi. Nei casi attuali, tuttavia, i funzionari non hanno ancora trovato prove conclusive che suggeriscano che questi ultimi attacchi sul suolo statunitense siano collegati a quelli avvenuti all’estero.

Casi simili sono accaduti alla truppe statunitensi in Siria, lo scorso mese, facendo cadere i sospetti sulla Russia. A tal proposito è stata istituita una task force per monitorare le segnalazioni di sintomi insoliti che hanno avuto un impatto sul personale del Dipartimento della Difesa all’estero.

Attualmente diversi dipartimenti governativi stanno indagando su questi misteriosi attacchi tra cui la CIA, il Dipartimento di Stato e il Dipartimento della Difesa. Anche il direttore della CIA William Burns si è recentemente impegnato a esaminare le prove di questi presunti attacchi al personale statunitense all’estero e su suolo americano.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Israele, calca sul monte Meron: strage di fedeli schiacciati dalla folla – VIDEO

Il legale di Suarez smentisce Agnelli: “Fu Paratici a cercare noi. Eravamo d’accordo su tutto”

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com