Home » Senso di sazietà, l’esercizio semplice per allontanare la fame: basta un pensiero
Salute

Senso di sazietà, l’esercizio semplice per allontanare la fame: basta un pensiero

Senso di sazietà, l’esercizio semplice per allontanare la fame: basta un pensiero. A volte è davvero difficile restare lontani da invitanti pietanze, soprattutto quando siamo a dieta o stiamo osservando un periodo di ‘attenzione alimentare’. Per coloro che faticano a tenersi alla larga dal cibo, potrebbe esserci un modo molto semplice per placare la fame: ripensare al pranzo e immaginando di aver mangiato il doppio di quello che si è mangiato. Secondo alcuni ricercatori questo esercizio può aiutare a ridurre gli spuntini.

Il ricordo di un pasto abbondante, anche se immaginario, potrebbe farci avere il senso di sazietà molto prima. I ricercatori hanno offerto a 151 persone un pranzo di dimensioni standard tre ore prima di iniziare lo studio. I volontari sono stati divisi in cinque gruppi, a un gruppo è stato chiesto di immaginare di mangiare il doppio della quantità del pranzo fino a quando non erano “così pieni da non riuscire quasi a muoversi”.

Poi sono stati dati loro dei biscotti e potevano mangiarne quanti ne volevano. Chi immaginava di aver fatto un pranzo abbondante ha mangiato quasi un terzo di biscotti in meno, circa 122 calorie in meno. Ne ha parlato la dottoressa Joanna Szypula, dell’Università di Cambridge, nell’articolo che descrive lo studio pubblicato sulla rivista Appetite e ripreso dal Daily Mail.

Pensare al pranzo dà alle persone la sensazione di essere ancora sazi. E immaginare di aver mangiato il doppio potrebbe ulteriormente indurli a mangiare di meno. Si tratta di una ulteriore prova che quanto mangiamo può essere controllato maggiormente dalla nostra mente che dal nostro stomaco“.

Senso di sazietà, da uno studio l’esercizio per allontanare la fame

Prima dello studio alle persone è stato offerto un pranzo a base di riso e verdure in agrodolce. Quando, tre ore dopo, è stata data loro una selezione di biscotti con gocce di cioccolato, bastoncini di cioccolato e digestivi. I volontari pensavano di aiutare i ricercatori a capire in che modo il gusto dei biscotti influisse sull’umore.

Ma i ricercatori stavano invece osservando quanti biscotti mangiavano. Le persone che avevano immaginato di mangiare più cibo, hanno ingurgitato in media 51 grammi di biscotti. Mentre le persone che non hanno immaginato di aver mangiato molto, hanno consumato in media 75 grammi di biscotti.

Il dottor Szypula ha dichiarato: “Il prossimo obiettivo della nostra ricerca è scoprire se ricordare i pasti recenti e immaginare di aver consumato un pranzo più abbondante può effettivamente aiutare le persone a perdere peso”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Scoperto l’interruttore genetico della fame: addio abbuffate e voglia di cibi grassi

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com